FIERA ANTIQUARIA DI AREZZO: ECCELLENZE ITALIANE IN PIAZZA GRANDE

Le prime domeniche del mese negli ultimi anni stanno diventando sempre più accattivanti per il mondo della cultura. Dalle aperture gratuite dei musei statali agli svariati eventi cittadini. Tra questi eventi, in Toscana, compare indubbiamente la Fiera Antiquaria di Arezzo, un appuntamento mensile imperdibile per tutti gli amanti dell’antiquariato e dei mercatini delle pulci.

fiera antiquaria

Fiera Antiquaria: la sua storia

Come tutte le grandi idee, la Fiera Antiquaria nacque da un grande intelletto. E come tutti i grandi successi, anche questo partì da un piccolo fondo.

Il grande intelletto di cui stiamo parlando è quello di Ivan Bruschi, un antiquario aretino che decise, dagli anni ’60, di investire sulla sua città. Il fondo da cui tutto partì, invece, è la sua prima bottega di antiquariato ad Arezzo, posta in Piazza San Francesco, nella quale iniziò a vendere gli arredi di Villa Terrosi Vagnoli a Cetona.

L'eredità di Ivan Bruschi

Ivan Bruschi fu un grande intellettuale toscano, conobbe e fu molto amico del celebre critico d’arte Roberto Longhi, e creò intorno a sé una cerchia molto ampia di appassionati, intenditori e cultori d’arte, non solo italiani ma anche stranieri.

Intraprese l’attività di antiquario e collezionista insieme al fratello, in una Galleria d’Arte a Firenze. Vicissitudini familiari e attaccamento alla città d’origine riportarono Bruschi ad Arezzo. Qui iniziò a collezionare e rivendere molti oggetti d’arte, manufatti, arredi d’epoca e rarità d’ogni genere.

Il 2 giugno del 1968 fu inaugurata la prima Fiera Antiquaria. Per la prima volta, dopo anni di degrado e abbandono causati dalla guerra e dalla crisi post-bellica, Piazza Grande tornava a vivere.

NELLA FIERA ANTIQUARIA CHI CERCA, TROVA

Da quel 2 giugno, ogni prima domenica del mese e il sabato precedente ad essa, la città di Arezzo si anima di bancarelle ed espositori provenienti da tutta Italia. Le strade si affollano di cittadini e turisti, esperti antiquari, curiosi e appassionati, intenti a sbirciare tra i vari espositori per ricercare il pezzo raro o curioso.

Le due giornate di Fiera Antiquaria sono un momento di grande vitalità e attività nella città vasariana.

Cosa è possibile trovare

Tra i vari banchi è possibile ammirare gioielli, utensili, vestiti vintage, libri di ogni epoca, dischi, soprammobili, piatti e bicchieri antichi, orologi, stampe antiche, trattati scientifici, giocattoli e molto altro.

Il vero cuore della Fiera, però, rimane la grande esposizione di mobili d’antiquariato in Piazza Grande. I più importanti collezionisti si ritrovano nella celebre piazza aretina per esporre i loro pezzi unici e inestimabili.

Eccellenza italiana

La Fiera Antiquaria è ancora oggi uno dei momenti più attesi dagli amanti del settore, oltre ad essere la più antica fiera d’antiquariato italiana.

La città di Arezzo, grazie alla fiera, è divenuta un fiore all’occhiello nello scenario italiano dell’antiquariato. Molti negozi e botteghe hanno fatto di questo mestiere il loro cavallo di battaglia, rappresentando un’eccellenza a livello nazionale e internazionale.

antiquaria fiera arezzo

la fiera antiquaria di ottobre 2020

Nonostante il Covid-19 la Fiera Antiquaria ha continuato ad esistere e a tenersi, come ogni mese, la prima domenica. Anche questo fine settimana, dunque, potrete ammirare le eccellenze italiane in Piazza Grande, Piazza San Francesco, il Prato e lungo il Corso e viale Guido Monaco.

Cosa fare ad Arezzo durante la fiera

Non avete mai visitato la Fiera? Allora non fatevi scappare questa incredibile esperienza, prima dell’arrivo del freddo invernale.
I banchi espositori sono aperti sabato 3, dalle 9:00 alle 20:00, e domenica 4, dalle 9:00 alle 19:00.

Vi consigliamo di arrivare presto in città, sfruttando i mezzi pubblici (durante la Fiera è davvero difficile trovare parcheggio!), e di lasciarvi andare al flusso dei visitatori e agli scenari romantici della città medievale.
Non tralasciate le stradine che si arrampicano verso il Duomo, nelle quali non sono presenti banchi, ma vi sono molti negozi d’antiquariato che rimangono aperti per l’occasione.

fiera antiquaria pieve
fiera dell'antiquariato

musei gratuiti ad arezzo domenica 4 ottobre

Arezzo è una città ricca di luoghi della cultura, chiese, monumenti, case museo e la prima domenica del mese molti musei statali sono aperti. Approfittate dell’occasione per visitare la Basilica di San Francesco con gli affreschi di Piero della Francesca, la casa museo di Vasari e il museo Archeologico con l’anfiteatro romano.

Se addirittura preferite trascorrere lì un bel fine settimana, fate un salto anche nella Pieve, la chiesa romanica posta lungo il Corso e San Domenico, dove è conservato un crocifisso ligneo di Cimabue. Altri interessanti luoghi di interesse sono il Duomo, la Fortezza Medicea e la casa museo di Ivan Bruschi.

Avete mai passato la domenica alla Fiera Antiquaria? Raccontateci i vostri ricordi!

Lascia un commento

×